Casette per uccellini in cartone – tutorial

11 Marzo 2021

Anche se fa ancora piuttosto freddo nell’aria si sente già il profumo della primavera e quindi ho pensato di regalare una ventata di primavera anche alla mia casa preparando un piccolo angolo decorato con rami di pesco e casette per uccellini in cartone. Ne ho preparate diverse e vi lascio il tutorial con il cartamodello.

Le casette sono realizzate con cartone di recupero di vario tipo e sono rivestite in tessuto.

Anche se in rete potete trovare svariati modelli io vi lascio il cartamodello che ho utilizzato che è quello della fustella Sizzix Birdhouse 3-D con una leggera variante per la base, che agevola il fissaggio.

Le casette per uccellini in cartone sono molto semplici da realizzare e una volta che avrete iniziato sono certa che vi lascerete prendere la mano.

Cosa ci serve:

Casette per uccellini in cartone: occorrente
  • Cartoncini di recupero (io scatola merendine)
  • Tessuti
  • Nastrino o filo per appendere (cm.30 circa)
  • Colla vinilica e pennello
  • Colla a caldo
  • Forbici
  • Forbici taglio sagomato (facoltativo)
  • Ago (piuttosto grande)
  • Cartamodello

Esecuzione casette per uccellini in cartone

Una volta stampato il modello della casetta suddividiamo le due parti e le incolliamo con la colla vinilica sul cartone di recupero. Appena la colla asciuga ritagliare il contorno (linea continua) con precisione, anche l’oblò, e pieghiamo lungo le linee tratteggiate. Ovviamente se avete la Big Shot – o simili – e la fustella casetta 3D potete tagliare direttamente il vostro cartoncino di recupero ed il lavoro sarà ancora più veloce e più preciso.

Ora prepariamo i tessuti scelti in una forma che riesca comodamente a contenere le sagome. Poi stendiamo la colla vinilica sulla sagoma della casetta di cartone e l’appoggiamo sul tessuto. Allo stesso modo procediamo con la sagoma del tettino, magari con una fantasia diversa, abbinata o in contrasto, in base al vostro gusto. Facciamo attenzione a posizionare le sagome in cartone sul rovescio del tessuto! Una volta posizionate possiamo sovrapporre un peso, magari un libro e attendere che asciughi la colla.

Quando la colla sarà asciugata tagliamo l’eccesso di tessuto, ma attenzione, non a filo sagoma, ma lasciando un bordo di circa 2 cm. intorno alle sagome. Questa eccedenza sarà poi ripiegata ed incollata verso l’interno in modo da lasciare i contorni ben rifiniti. Possiamo però evitare questo bordo ripiegato sulle alette che servono per l’incollaggio. Guardate in foto.

Ora dobbiamo tagliare il tessuto in corrispondenza del foro in modo da creare tanti spicchi che dovranno essere incollati verso l’interno della casetta.

Ora, dopo aver ripassato le piegature (lungo le linee tratteggiate) non ci resta che incollare, con la colla a caldo, in corrispondenza dei 3 lati alla base della casetta ed il lato verticale.

Passiamo ora a preparare il tetto. Dopo avere marcato la piegatura centrale prendiamo il nastrino, annodiamo le due estremità e poi infiliamo il nastrino doppio nella cruna dell’ago. A questo punto inseriamo l’ago al centro della piega e facciamo fuoriuscire il nastrino al di sopra, sul colmo del tetto in modo che il nodo resti al di sotto e l’asola servirà per appendere la casetta.

A questo punto resta solo da incollare il tetto alle due alette piegate.

Ora la casetta per uccellini in cartone è pronta!

Casette per uccellini in cartone: casetta completa

Come vi dicevo all’inizio di questo articolo, io mi sono lasciata un po’ prendere la mano e ne ho realizzate diverse. In alcune casette, come vedete dalle foto, ho tagliato due lati del tetto con le forbici sagomate (in tale ipotesi non è necessario risvoltare il tessuto su questi lati).

Alcune sono rivestite in tessuto, come spiegato sopra.

Altre sono rivestite in carta decorata, la classica carta regalo.

Ed altre ancora sono realizzate direttamente su cartone stampato, quindi basterà incollare la sagoma sul cartone, tagliare ed incollare subito la casetta (senza dover applicare carta o stoffa).

E qui eccole, tutte insieme, nel mio angolo di primavera.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *